Innovazione

18 aprile 2017Luca Sticcotti

Silenziosi e resistenti: i condomini del futuro sono in legno «plug and play» e alti oltre dieci piani

Le case della Rothoblaas raggiungono vette una volta impensabili. Grazie a sistemi innovativi di connessione e tanta ricerca. Il segreto? Una scuola interna e la rete con un territorio dove la tradizione artigianale è diventata impresa che compete nel mondo

Il futuro dell'edilizia? A livello di materiali, è il legno. Se è ormai archiviata da tempo l'idea che "casa in legno" sia sinonimo di "baita in montagna" oppure "prefabbricato", sempre più motivi indicano il legno come elemento chiave dell'innovazione edilizia. Sulla scia dell’efficientamento energetico e dei nuovi standard antisismici, ormai in tutto il mondo si moltiplicano gli edifici multipiano realizzati in legno, spingendo con forza su design, efficienza e versatilità delle forme. Di questa nuova frontiera dell’edilizia in Alto Adige c'è un'azienda pioniera: Rothoblaas. In 25 anni di attività è riuscita a divenire un punto di riferimento in particolar modo per la carpenteria strutturale, ma anche per la formazione dei progettisti e l’assistenza tecnica agli operatori del settore.

L'importanza della ricerca per alimentare innovazione e tradizione

Punti di forza per Rothoblaas sono la consapevolezza (da protagonisti) del ruolo innovativo assunto dal legno in edilizia e il radicamento nella grande tradizione alpina della lavorazione e della costruzione con tale materiale, un primato unanimemente riconosciuto a livello internazionale. Per questo l’azienda - con sede a Cortaccia, a pochi chilometri da Bolzano - punta moltissimo e da sempre sulla ricerca. Così si alimenta una competenza che si forma osservando le esigenze che nascono nel mercato e trovando ad esse le risposte più adeguate. Rothoblaas ha investito tanto anche nello studio della materia prima nelle varie articolazioni che assume, sia in termine di risorsa disponibile che di know-how tradizionale a chilometro zero. In questo modo si è quindi messo in moto un ampio network che connette il proprio reparto di sviluppo con università, centri privati di ricerca e luoghi di produzione.

La crescita e il successo di Rothoblaas sono legati a filo doppio con il territorio d’origine, dove non per caso l'azienda ha deciso di mantenere il proprio cuore gestionale e di sviluppo. «In Provincia di Bolzano possiamo contare sul fatto che aziende, associazioni di categoria ed enti pubblici si sentano davvero parte di una stessa rete, investendo e credendo molto negli scambi internazionali» conferma il responsabile commerciale Europa dell’azienda Loris Agostini. Aggiungendo che «è più facile svilupparsi in un territorio sano dove esiste una forza lavoro motivata e desiderosa di evolversi anche attraverso esperienze internazionali». A livello locale dunque Rothoblaas è una sorta di ‘fiore all’occhiello’ in un territorio dalla grande tradizione artigianale, dove però le falegnamerie tradizionali praticamente non esistono più, a vantaggio di aziende sempre più impegnate a ritagliare il proprio  spazio in un mercato in forte evoluzione.

X-RAD, il fissaggio 2.0

Vero e proprio simbolo dell’innovazione portata da Rothoblaas nel mondo dell’edilizia in legno è la connessione X-RAD per edifici multipiano. «Si tratta di un sistema che permette il trasferimento di elevatissime sollecitazioni di trazione e di taglio attraverso gli angoli dei pannelli parete e che, grazie alla concentrazione delle giunzioni agli angoli dei pannelli, consente di non interporre i solai tra le pareti, evitando quindi lo schiacciamento ortogonale alla fibra del legno» conferma il responsabile dei consulenti tecnici Rothoblaas Franco Moar. All’innovazione strutturale Rothoblaas aggiunge altre caratteristiche chiave che rendono vincente la sua proposta. Cruciale è la semplificazione della posa in opera in cantiere che riduce al contempo la ferramenta necessaria, la tempistica e anche – elemento fondamentale nell’odierno mercato del lavoro – il livello di competenza specifica da parte degli operai in cantiere. Si tratta dunque di un vero e proprio approccio "plug and play" che come ciliegina sulla torta prevede anche altissimi livelli di sicurezza in cantiere.

Verso edifici in legno alti anche 16 piani

Va detto che la semplicità ed efficienza del nuovo schema strutturale adottato sono in grado di aprire nuove frontiere all'edilizia in legno, consentendo nello specifico una crescita verso l'alto degli edifici impensabile con sistemi tradizionali. I nuovi sistemi di fissaggio consentono oggi di raggiungere infatti altezze impossibili fino a pochi anni fa: 8/9 piani come testimoniano esempi già presenti a Milano e Pesaro. Ma si tratta di altezze che si stanno già spingendo verso il traguardo di 12-16 piani: ci sono progetti del genere realizzati a Vancouver in Canada, Londra, Svezia e in estremo oriente.

 

Legno e (poco) rumore: così si creano abitazioni silenziose

Un secondo versante sul quale Rothoblaas sta concentrando le proprie energie a livello di innovazione è quello del comfort acustico all’interno degli edifici. Si tratta di un tema molto delicato, come conferma Moar: «Oggi la maggior parte dei contenziosi legati alle strutture in legno non riguarda gli aspetti statici ma i disturbi tra i vicini». A Moar fa eco Loris Agostini: «Quello dell’inquinamento e del comfort acustico è un campo caratterizzato da un basso livello di attenzione a livello di opinione pubblica». Gli studi in merito avviati dal settore ricerca e sviluppo di Rothoblaas si stanno rivelando importanti perché consentono al contempo di sviluppare degli isolanti assorbenti da frapporre tra i pannelli in legno e collegare tra loro le problematiche statica e acustica a livello strutturale e di progettazioni. Le ricerche dell’azienda di Cortaccia, sviluppate assieme all’Università di Bologna, con ogni probabilità presto saranno all’origine di nuovi standard in merito alla qualità della vita "acustica" negli edifici in legno di nuova generazione.

Edifici solidi e duraturi contro gli stereotipi

Rothoblaas da tempor riveste un ruolo di primo piano anche nel settore delle membrane e guaine che vengono applicate nella stratigrafia muraria, concorrendo al risparmio energetico e soprattutto all’impermeabilizzazione degli edifici in legno. Una delle chiavi in questa forma particolare di edilizia è quella di far durare il più a lungo possibile sia gli isolanti che la struttura in legno, superando al contempo due problemi. Il primo è rappresentato da pregiudizio negativo collegato all’idea che gli edifici in legno siano meno resistenti di quelli in muratura. «La seconda tendenza, negativa, è quella che porta ad operare con i materiali tradizionali puntando addirittura ad una sorta un’edilizia disfattista, ovvero appositamente programmata per essere ‘a termine’» precisa Loris Agostini.

Risparmio energetico, impermeabilzzazione ma anche grande resistenza nel tempo

«Oggi ci sono tre grandi categorie di membrane che si suddividono in base ad una serie di parametri – aggiunge il responsabile tecnico Franco Moar procedendo ad elencarle –: barriere vapore, teli aspiranti e freni vapore». Recentemente Rothoblaas sta lavorando in particolare per ampliare la gamma di produzione in questo settore, aggiungendo alle cosiddette "membrane microporose" anche materiali monolitici (ovvero elementi realizzati in un unico processo di produzione) perché di per sé più stabili.

Rothoschool, così le competenze girano e crescono

Per Rothoblaas è forte la consapevolezza in merito all’importanza di una specifica formazione da offrire a progettisti e agli operatori attivi nell’edilizia in legno 2.0: l’azienda da tempo ha avviato una vera e propria scuola che opera 365 giorni l’anno proponendo un’ampia gamma di corsi e stage. Ce n’è per tutti i gusti: si va dalle proposte base rivolte agli studenti delle scuole superiori (Istituti per geometri) fino ai corsi avanzati rivolti agli ingeneri strutturisti che vogliono specializzarsi nell’ambito, acquisendo competenze estremamente richieste nel settore. Nelle grandi e moderne sale della sede dell’azienda nel corso dell’anno transitano alcune migliaia di corsisti, tra cui figurano installatori, geometri che vogliono specializzarsi, progettisti del legno, tecnici specializzati nella produzione di manufatti. «I docenti sono all’80% esterni» precisa il responsabile marketing di Rothoblass Daniele Leone. Aggiungendo che naturalmente i corsi si svolgono in diverse lingue, puntando a un ampio orizzonte. Un orizzonte al contempo geografico, culturale, di mercato e di sviluppo.


 

Scheda

Cuore alpino e spirito internazionale

Rothoblaas è una multinazionale italiana originaria della provincia di Bolzano, leader nello sviluppo e nella fornitura di soluzioni a elevato contenuto tecnologico per l’edilizia in legno. Da sempre impegnata nella ricerca di soluzioni per il miglioramento del settore, oggi Rothoblaas rappresenta una delle principali realtà a livello mondiale nello sviluppo di prodotti e servizi dedicati alla carpenteria in legno, continuando a esportare know-how dal cuore delle Alpi al mondo intero. Rothoblaas è tutt’oggi guidata dal fondatore Robert Blaas, che si avvale anche della collaborazione del proprio socio Peter Lang.

Al servizio dei professionisti

Rothoblaas sviluppa prodotti e servizi dedicati ai professionisti dell'edilizia: carpentieri, ingegneri, architetti e installatori di sistemi anticaduta. Inoltre, la gamma di prodotti a marchio Holz Technic soddisfa tutte le esigenze dei rivenditori di materiale edile. L'offerta si compone di una gamma completa di soluzioni: sistemi di fissaggio, sistemi per la tenuta all’aria e impermeabilizzazione, sistemi per l’abbattimento acustico, sistemi anticaduta, macchine e attrezzatura per la lavorazione del legno, servizi specifici e supporto alla progettazione.

Multinazionale glocal

Oggi Rothoblaas è presente con la sua forza vendita in 30 diversi paesi, operando su ben 70 mercati. Punto di forza dell’azienda è l’aver costruito la propria rete commerciale identificando in ogni zona d’azione risorse selezionate a livello locale, in grado di condividere la cultura del territorio dove operano. Rothoblaas dispone di un’ampia rete di consociate e magazzini logistici strategicamente dislocati. Le principali sedi si trovano in Italia, Germania, Francia, Austria, Spagna, Russia, Lettonia, Argentina, Brasile, Colombia, Ecuador, Cile, Australia, Canada.