L’innovazione in rete: l’ecosistema che fa crescere le idee

Contaminazione d’idee, confronto, messa in rete di spunti e competenze per scaricare meglio a terra la forza dell’innovazione. Farlo in Alto Adige – Südtirol è più semplice proprio anche per l’ecosistema per l’innovazione formato dalla fitta rete di partner pubblici e privati. Fraunhofer Italia, Eurac Research, Iit, Agenzia Casa Clima, Laimburg, Fiera di Bolzano, Eco Research e Unibz: i tasselli del mosaico della ricerca e sviluppo in Alto Adige. Istituti di ricerca al servizio delle imprese rilevanti non solo in Italia, ma in tutto il continente europeo. Esperti in settori differenti in grado di monitorare in maniera costante gli spunti di un mondo imprenditoriale al quale sono fortemente legati. Un ateneo dove si parlano tre lingue e dove si scambiano esperienze di ricercatori provenienti da diverse zone del pianeta. Così la capacità di attrarre talenti propria del territorio altoatesino va ad alimentare costantemente il lavoro degli istituti presenti in provincia di Bolzano. Un ciclo virtuoso, che trasforma l’ambiente altoatesino in un trampolino di lancio per chi ha un’idea imprenditoriale, in particolare se legata all’innovazione.

Alta è anche la possibilità di fare carriera: accanto ad un tessuto imprenditoriale fatto di piccole e medie imprese, l’Alto Adige è costellato di grandi aziende leader nel loro settore. Un know-how riconosciuto a livello internazionale. Un altro motivo per scegliere l’Alto Adige: l’opportunità di crescere, mettendosi in gioco. Ora ci sono 13 ettari di motivi in più: quelli che ospitano il NOI Techpark, il nuovo parco scientifico e tecnologico a Bolzano Sud che mette insieme ricerca e grandi aziende, laboratori e startup. Da sempre il territorio altoatesino attira talenti e professionisti di altissimo livello. Un capitale umano che fa della provincia di Bolzano un costante laboratorio di idee e soluzioni innovative e il posto ideale per una startup o uno spin-off aziendali.