Cultura

3 aprile 2017Johanna Roellecke

Il grembiule blu del contadino diventa fashion: ecco la Qollezione che innova le tradizioni dell'Alto Adige

Il progetto di Anna Quinz e Fabio Dalvit parte dall'iconico «blauer Schurz», sfidando gli stereotipi e reinterpretando l'abbigliamento tradizionale. Il debutto al Fuorisalone di Milano, campagna su Kickstarter

Cinque capi, linee pulite dal look minimal e un colore inconfondibile: il blu del grembiule tradizionale altoatesino. Un capo che per una volta diventa fascino, al centro di Qollezione, una linea di vestiti che sarà a breve disponibile per il pubblico. Non solo fashion, ma un vero e proprio ripensamento del territorio: il progetto ideato da Anna Quinz e Fabio Dalvit, coppia creativa di Bolzano, racconta il territorio altoatesino e le sue tradizioni attraverso la moda: «Il grembiule blu del contadino è un oggetto fortemente radicato in Alto Adige, importantissimo per i suoi abitanti, sia per la sua praticità nell’uso quotidiano sia come simbolo di appartenenza culturale. Noi abbiamo voluto ripensare lo stereotipo, trasformando questo capo tradizionale in un abbigliamento moderno e farlo indossare di nuovo», spiega Anna Quinz, coinvolta in una lunga serie di progetti culturali e di comunicazione a 360 gradi sul territorio altoatesino. Fra i tanti è cofondatrice di Franz Magazine e coautrice di Josef Travel Book, guida alternativa di Bolzano e Merano: progetti legati da un filo comune, quello del voler reinterpretare i cliché, soprattutto quelli legati a questa sua terra che ama. 

Un modo diverso per conoscere l’Alto Adige

Ma di questa avventura creativa nel mondo della moda, intrapresa dalla bolzanina tuttofare insieme al marito Fabio, anche lui professionista nell’ambito della comunicazione, la rivisitazione del blauer Schurz è solo l'inizio, ovvero Qollezione_01: «Stiamo studiando tutte le tradizioni altoatesine, i materiali tipici, la loro lavorazione in modo da reinterpretare questi elementi iconici nelle collezioni a venire – afferma Quinz, da sempre è stata appassionata della moda quanto anche del collezionismo, concetto che ricorre come filo conduttore in tutto il progetto –. Le persone hanno sempre più bisogno di indossare capi che hanno una storia. Il nostro label permette alle donne di crearsi la propria indossabile collezione di tradizioni altoatesine. Una collezione che diventa memoria personalizzata di questa terra e che non andrà mai fuori moda». 

Il debutto al Fuorisalone di Milano

Qollezione è anche frutto della collaborazione con altre realtà del territorio: i fondatori Quinz e Dalvit si sono principalmente occupati della parte concettuale, creativa e imprenditoriale del progetto. Per i disegni, la produzione, la parte grafica e di fotografia si sono appoggiati ad una serie di professionisti come ad esempio Massimiliano Mariz, direttore creativo di Studio Typeklang Bolzano e ideatore dei ricami artistici che decorano i capi del brand. Per quanto riguarda l’aspetto imprenditoriale, i due hanno potuto godere del supporto di IDM Alto Adige che ha fornito consulenza sulla stesura del business plan. Dopo mesi di lavoro e un grande investimento di tasca propria (per finanziare il lavoro dei creativi collaboratori è appena stata lanciata una campagna di crowdfunding) ora Qollezione si presenta ufficialmente al pubblico: il primo appuntamento è il Fuorisalone 2017 a Milano, dal 4 al 9 aprile, all’interno dell’esibizione «Alltag – every day in the mountains», e il 27 aprile 2017 il label debutterà da Oberrauch Zitt a Bolzano, dove di seguito partiranno anche le vendite. 

Seguirà poi l'apertura di altri punti di vendita in Italia. A questo scopo sono già stati stabiliti i primi contatti con negozi del Nord Italia. Poi da giugno 2017 sarà disponibile una limited edition di pettorine con i disegni di cinque artisti del Trentino-Alto Adige ricamati a mano da Internodiciotto, laboratorio fondato a Roma dall'altoatesina Silvia DellaGiacoma, e indossabili con i due capi di Qollezione_01 che più ricordano il grembiule tradizionale: la tuta e l’abito. Sono questi gli altri capi della collezione interamente realizzata con il tessuto del blauer Schurz: un blazer, un pantalone e una gonna.