Innovazione

11 aprile 2017Massimiliano Boschi

Montagna e mobilità sostenibile, a Prowinter e Klimamobility l'innovazione che verrà

Idee rivoluzionarie nel settore delle tecnologie alpine e soluzioni per muoversi rispettando l'ambiente in mostra a Bolzano dal 19 al 21 aprile

Da una parte undici startup pronte a rivoluzionare il mondo dello sport, dall’altra le soluzioni per la mobilità sostenibile di domani. In mezzo l’innovazione. Che quest’anno sarà il comune denominatore di «Prowinter 2017» e «Klimamobility», rispettivamente la fiera degli sport di montagna e quella della mobilità. Gli eventi, che si terranno dal 19 al 21 aprile in Fiera a Bolzano, dedicano quindi uno sguardo sempre più approfondito sul futuro legato alle tecnologie alpine, un elemento, questo, che sta caratterizzando ormai da tempo il territorio altoatesino. Come dimostra, ad esempio, la "missione" altoatesina in Cina e nel Far East. Armin Hilpold, presidente della Fiera di Bolzano, ha elencato numeri, novità e tematiche: «Gli espositori saranno 230, per la seconda volta sarà presente lo start-up village che ospiterà undici aziende che presenteranno prodotti e servizi innovativi e per la prima volta abbiamo allestito un "Future cafè". A legare tutto, il tema dell'innovazione in montagna. Per quel che riguarda Klimamobility, presenteremo un formato innovativo e il 20 aprile, in occasione del B2B mobility day si terranno un importante convegno e vari workshop». Innovazione e montagna è stato anche il tema centrale di uno degli eventi del Roadshow di Vertical. 

Per quanto riguarda Klimamobility, i temi sono stati illustrati da Joachim Dejaco, direttore generale di Sta (Strutture Trasporto Alto Adige): «L'obiettivo è quello di far diventare l'Alto Adige l'area più vivibile d'Europa. Per riuscirci occorrono tre tasselli, evitare la mobilità non necessaria, spostare la mobilità individuale verso quella collettiva, incentivare la mobilità elettrica, auto, scooter e bici». 

Passando ai dettagli, come anticipato da Armin Hilpold, il focus di Prowinter 2017 (a cui parteciperà anche il ministro dello sport Luca Lotti) sarà sull'innovazione, a questo scopo sono state selezionate undici startup nei campi degli sport invernali e della bicicletta. Prototipi di scarponi avveniristici, nuove camere d'aria per biciclette - più leggere ma più resistenti - nuovi dispositivi per la sicurezza, nuovi accessori e applicazioni saranno presentati al «Prowinter Startup Village». Un assaggio è stato offerto in occasione della conferenza stampa di presentazione che ha ospitato alcuni testimonial d'eccezione, Armin Oberhollenzer di Leaos la startup che produce bici elettriche che ha appena "conquistato" un finanziamento di 450mila euro in diretta tv, Filippo Bazzanella, che ha presentato l'applicazione «MySnowMaps», ritenuta la «Google Maps della neve», nata grazie all'apporto fondamentale di Prowinter e del suo startup village e Mattia Felicetti che ha illustrato «Iceberg challenge» ovvero come passare da un iceberg ad un altro sospesi su una slackline. Lui l’ha fatto davvero in Groenlandia, ora, grazie a «Realer», lo si potrà fare virtualmente senza rischiare di precipitare nell'acqua gelata. E chi vorrà potrà provare l'emozione della traversata anche al Future Caffè di Prowinter.

Per quel che riguarda il «B2B mobility day» che si terrà il 20 aprile, il convegno e i workshop «La mobilità del futuro: intelligente, integrata e innovativa», saranno accompagnati da un'esposizione di stazioni di ricarica, prodotti per la mobilità elettrica e da un'area test per provare tutti i tipi di veicoli elettrici, ibridi e ad idrogeno.  Il convegno si terrà la mattina, mentre nel pomeriggio, sono in programma sei workshop su tre macro temi: digitalizzazione, mobilità sostenibile nei comuni sudtirolesi, mobilità e turismo. Il programma completo di Prowinter 2017 è disponibile qui, quello di Klimamobility qui