Innovazione

23 novembre 2016Luca Barbieri

Il gigante delle funivie investe nella startup degli scalatori

Leitner Ropeways entra con 200mila euro nel capitale di Vertical Life, azienda innovativa che pubblica guide digitali per l'arrampicata e conta già 35mila utenti in tutto il mondo

Il gigante mondiale delle funivie investe 200mila euro nella startup degli scalatori. In comune hanno l'obiettivo: portano le persone dal basso verso l'alto. La Leitner lo fa con gli impianti a fune più moderni e innovativi al mondo, Vertical Life, startup già conosciuta ai lettori da Vertical Innovation, con una app e con delle guide che mettono a disposizione degli appassionati di arrampicata vie mozzafiato. E' di oggi la notizia che Leitner ropeways, l’azienda vipitenese tra i leader mondiali nel settore degli impianti a fune, ha deciso di investire nella giovane azienda di Bressanone. Separati da pochi chilometri di distanza, gli imprenditori si erano conosciuti la scorsa primavera grazie a Master Up, trasmissione di Rai Alto Adige dedicata alle startup altoatesine. Tra Michael Seeber, patròn di Leitner, e il giovane Matthias Polig, founder di Vertical Life, era immediatamente scattata una scintilla. Poi, dopo mesi di approfondimento, la scorsa settimana le due aziende hanno sottoscritto il contratto che di fatto sigla ufficialmente la loro collaborazione. Vertical-Life è leader di mercato nel settore delle pubblicazioni digitali di guide per l’arrampicata, riunendo la bellezza di oltre 35.000 appassionati in tutto il mondo. Protagonisti sul fronte dell’innovazione, i fondatori dell’azienda, Matthias Polig, Arno Dejaco e Maria Hilber hanno puntato sullo sviluppo di nuovi prodotti digitali, tecnologie intelligenti e design.

Anton Seeber, presidente di Leitner, non nasconde la propria soddisfazione per questa nuova collaborazione, che muove i suoi primi passi. «Vertical-Life – rivela il numero uno del gruppo industriale vipitenese – è riuscita a distinguersi sin dalla sua costituzione per la sua forza innovativa e le soluzioni creative introdotte. Abbiamo così deciso di sostenere questa Startup sia da un punto di vista finanziario con una partecipazione aziendale, sia favorendo anche l’accesso ad importanti risorse, contatti e strutture commerciali». Entrambe le parti sono convinte che proprio questo aspetto sarà la chiave per il successo internazionale di Vertical-Life. «Grazie all’investimento intrapreso da Leitner, in futuro potremmo concentrarci con tutte le nostre energie sullo sviluppo dei nostri prodotti e sulla crescita aziendale. Per noi è motivo di grande soddisfazione avere al nostro fianco un Business Angel lungimirante ed estremamente innovativo come Leitner» commentano i tre giovani startupper altoatesini.

Vertical-Life, una storia di successo

Da quando è stata fondata nel 2012 la startup Vertical-Life ha svolto un ruolo importante nel settore delle guide digitali per l’arrampicata e nella pubblicazione dei loro contenuti in libri, applicazioni e web. Finora la giovane azienda altoatesina ha pubblicato otto guide e ha dato vita a svariate e importanti collaborazioni strategiche con altre case editrici. Con il sistema «app guide inside», Vertical-Life è riuscita a creare un nuovo standard per la pubblicazione di guide outdoor. La Vertical-Life app contiene aree adibite per l’arrampicata sportiva e per il boulder, vie multipitch e palestre d’arrampicata di tutto il mondo. Offre informazioni dettagliate e topos, elaborati con l’aiuto di autori di guide d’arrampicata, chiodatori locali e case editrici partner. Gli scalatori possono creare il loro climber profile, mettersi in contatto con altri climber e seguire i loro successi e progressi. Vertical-Life non solo ha mosso passi importanti come casa editrice, bensì ha sviluppato anche prodotti innovativi. Nel 2014 il marchio ha presentato un dispositivo brevettato per l’allenamento nell’arrampicata: si tratta dello Zlagboard, che permette ai climber, attraverso la sua applicazione associata, di programmare e controllare il proprio allenamento in maniera innovativa e altamente accurata. I fondatori Matthias Polig, Arno Dejaco e Maria Hilber  (dal 2016 Iiro Virtanen da Tampere – Finlandia si è aggiunto come socio) puntano sullo sviluppo di prodotti digitali. 14 i componenti del team, provenienti da Alto Adige, Trentino, Germania, Finlandia e Lituania. Fa parte dell’azienda anche “Frei & Zeit”, agenzia pubblicitaria e di comunicazione.