Roadshow

22 settembre 2016Domenico Lanzilotta

Internet of Things, startup e aziende trovano il proprio terreno di incontro

A Milano l'incontro organizzato da Vertical Innovation per scoprire le opportunità del sistema Alto Adige. Le testimonianze di Bosch, X Metrics, Auroras e molte altre

Information technology e Internet delle cose, boost formidabili per la crescita aziendale, sono stati gli assoluti protagonisti dell’appuntamento promosso da IDM alla Dreamfactory di Milano il 13 settembre 2016. Un incontro tra l’ecosistema altoatesino dell’innovazione e una selezione di aziende in prima linea sul fronte dell’It. Grande l’interesse per il sostegno offerto dall’Alto Adige alle attività di R&D, oltre che a tutti gli altri aspetti del fare impresa, presentati dal coordinatore dell’Ecosystem ICT & Automation di IDM Patrick Ohnewein, ma anche per l’intensa attività di ricerca applicata di Fraunhofer Italia, rappresentato dall’Automation and Mechatronics Researcher Georg Egger.

Del resto, l’innovazione è il pane quotidiano per aziende come Bosch Energy and Building Solutions, la energy service company del gruppo tedesco, rappresentata all’incontro milanese dall’amministratore delegato Luca Bracchitta. «L’Internet of Things per noi è molto interessante – spiega Bracchitta – perché rappresenta il punto di contatto di tecnologie provenienti da ambiti diversi che possono essere messe a fattor comune per sviluppare servizi evoluti, comfort maggiore, maggiori risprmi. Un approccio che l’espressione Vertical Innovation spiega molto bene». 

«In Alto Adige nel campo dell'Iot e dell'It si è sviluppato un ecosistema vivace fatto di piccole imprese molto dinamiche che collaborano con grandi realtà nazionali e internazionali - ha spiegato Petra Seppi, responsabile del settore Investment Consulting & Promotion di IDM Suedtirol -. Alle realtà più innovative in questo campo offriamo una rete di possibilità molto vasta e servizi che permettono loro di crescere velocemente e in modo sostenibile». Sono esattamente i servizi e l'assistenza di cui si è avvalsa Thimus, società fondata da un gruppo di neuroscienziati che da Brescia si è appena trasferita a Bolzano. La loro testimonianza, arricchita da una dimostrazione live, ha dato concretezza alle opportunità offerte dall'ecosistema altoatesino.

All’incontro con la Vertical Innovation altoatesina era presente anche Andrea Rinaldo, Ceo di Xmetrics, dispositivo progettato da nuotatori per nuotatori, che indossato sugli occhialini misura e comunica in tempo reale le prestazioni di allenamenti e gare. «Vertica Innovation – racconta Rinaldo – per noi significa fare cose che gli altri non sono ancora riusciti a fare, restringendo sempre più il campo di sviluppo del prodotto, cercando un segmento estremamente specifico. Il tutto sapendo però attingere a competenze “orizzontali”, provenienti dagli ambiti più diversi».

L’IoT è nel cuore di Auroras, una start-up tecnologica innovativa che fornisce soluzioni di precisione per il monitoraggio ambientale. All’appuntamento con Vertical Innovation il direttore Paolo Marenghi ha presentato in particolare il sofisticato sistema di monitoraggio per controllare le condizioni ambientali e fisiopatologiche dei vigneti: «Con un sistema di sensori wireless – spiega – otteniamo una fotografia in tempo reale e costantemente aggiornata dello stato della coltivazione: così si contengono al massimo i trattamenti fitosanitari, che vengono effettuati solo quando sono realmente necessari». Un modello di business decisamente verticale: «Il concetto di Vertical Innovation – continua Marenghi – è decisamente nel nostro Dna: per noi significa estrema specializzazione in un settore, senza dimenticare che è sempre possibile trasferire l’innovazione da un “verticale” all’altro».