Opportunità

17 ottobre 2016Enrico Albertini

Startup, ecco il bando che le fa crescere

Contributi da 50mila a 200mila euro, budget di 1,2 milioni di euro. C'è tempo fino al 16 dicembre per fare domanda

Contributi fra 50mila e 200mila, con una quota pari al capitale versato dai soci nell’impresa. È il nuovo bando della Provincia di Bolzano a fare da «acceleratore» forte per le startup innovative. Un intervento, con un budget di 1,2 milioni di euro, che sostiene così la capitalizzazione di imprese innovative nuove o da costituire. Per le startup è necessario presentare un business plan dettagliato per accedere al finanziamento. C’è tempo fino al 16 dicembre per fare domanda.

I requisiti per accedere al finanziamento

Ecco chi può accedere al finanziamento:

  • micro imprese o piccole imprese costituite in forma di società di capitali da non più di cinque anni dalla data di presentazione della domanda di partecipazione al presente Bando, che non hanno ancora distribuito utili e che non sono state costituite in seguito di fusione, con unità produttiva in Italia o in un altro paese dell’Unione Europea, o in Svizzera.
  • Ricercatori universitari o scientifici, oppure laureati in materie tecnico-scientifiche o economiche con residenza in Italia o in un altro paese dell’Unione Europea, o in Svizzera, che intendono avviare un attività di impresa.

Necessario un business angel o un venture capitalist

La startup deve avere due caratteristiche principali: essere insediata sul territorio altoatesino e vedere all’interno del proprio assetto societario la presenza di un business angel o di un venture capitalist con una partecipazione di minoranza non inferiore a un terzo del capitale sociale. «La presenza di un business angel – sottolinea il direttore della Ripartizione innovazione Maurizio Bergamini – fornisce assistenza al management della neonata impresa. Gli studi dimostrano che le aziende con questa figura nella propria compagine sociale si sono sviluppate con ritmi di crescita molto superiori».

Negli anni precedenti il bando ha favorito lo sviluppo di molte startup, fra le quali anche Re-Bello di cui vi abbiamo raccontato la storia, con aiuti per complessivi 1,3 milioni di euro.
Per maggiori informazioni ecco l’apposita pagina sul sito della provincia. «L’innovazione è un motore dello sviluppo e della competitività – spiega Arno Kompatscher, presidente della Provincia di Bolzano –. Con il bando vogliamo sostenere nuove imprese che operano nelle tecnologie legate alle risorse sostenibili e in quei settori che vantano già delle eccellenze in Alto Adige. Per mettere in sicurezza il nostro futuro dobbiamo anche dare fiducia ai giovani e liberare il potenziale delle start up».