Innovazione

10 ottobre 2016Enrico Albertini

Innovazione e ricerca, 4,4 milioni di euro per progetti ad alto valore tecnologico

C’è tempo fino al 28 ottobre per partecipare al bando della Provincia di Bolzano. Ecco chi può fare domanda e le tipologie di intervento finanziate

Un budget di 4,4 milioni di euro per finanziare idee e progetti di ricerca innovativi. C’è tempo fino al 28 ottobre del 2016 per fare la domanda all’interno del secondo bando aperto dalla Provincia di Bolzano all’interno dell’asse «Ricerca&Innovazione», uno dei 4 del programma operativo Fesr, il Fondo europeo di sviluppo regionale. Ecco le aree di intervento generali previste dal bando: energia e ambiente, tecnologie agroalimentari, tecnologie alpine, trattamenti di cura naturali e tecnologie medicali, ICT e automation, industrie creative. Per essere ammesso a finanziamento, ogni progetto presentato può avere una durata massima di 3 anni e un costo compreso tra 150mila e 1 milione di euro.

Bando innovazione, chi può fare domanda

Ecco chi può partecipare al bando:

  1. Enti pubblici situati nella Provincia Autonoma di Bolzano;
  2. Uffici e ripartizioni della Provincia autonoma di Bolzano;
  3. Enti strumentali e in house della Provincia autonoma di Bolzano;
  4. Organismi di ricerca e di trasferimento tecnologico che abbiano stipulato una convenzione con la Provincia;
  5. Associazioni di rappresentanza delle categorie economiche o loro emanazioni giuridiche con sede legale in Alto Adige.

La sovvenzione copre dall'85% fino al 100% dei costi ammissibili

Le tipologie di intervento

«Il bando ha un budget di 4,4 milioni di euro destinati in particolare a interventi di qualificazione dell’offerta di servizi ad alto valore aggiunto tecnologico» ha ricordato Arno Kompatscher, presidente della Provincia di Bolzano. Saranno quindi finanziati interventi a supporto della qualificazione dell'offerta di servizi ad alta intensità di conoscenza e ad alto valore aggiunto, destinati in particolare a:

  • sviluppo e potenziamento dell’offerta di servizi ad alta intensità di conoscenza e ad alto valore aggiunto tecnologico, nonché di strumenti dedicati a supportare processi di innovazione nelle imprese sia nelle fasi iniziali di vita (early stage) sia nelle fasi di crescita e sviluppo di innovazioni di prodotto o di processo (con particolare riferimento ai settori di specializzazione provinciale);
  • servizi ad alta intensità di conoscenza mirati alla promozione e al rafforzamento di reti, cluster e innovazione aperta come strumenti essenziali per l’innovazione;
  • servizi e strumenti per migliorare il trasferimento dei risultati di ricerca e sviluppo e innovazione in prodotti e servizi commerciali.

Per maggiori informazioni qui il testo del bando.