Opportunità

8 giugno 2016Enrico Albertini

Ricerca e innovazione, 33 milioni di euro per il sostegno alle imprese

Il calendario dei bandi provinciali 2016 dedicati alle aziende che investono sul proprio futuro

Sette bandi, 33,3 milioni di euro a disposizione delle imprese altoatesine, la gran parte basati su fondi europei. Un aiuto prezioso per le aziende che vogliono investire su ricerca e innovazione. La cifra è una parte, quella destinata al «sostegno diretto», dei 134 milioni che formano il budget 2016 della Ripartizione provinciale dedicata a innovazione, ricerca e università. Del monte totale 62 milioni vengono destinati a istituti accademici e di alta formazione, 40 per i centri di ricerca altoatesini.

Una sfida, quella di guardare al meglio al futuro, sempre più raccolta dalle aziende altoatesine. Nel 2015 sono state presentate domande per i bandi da 217 imprese – 60 in più rispetto all’anno precedenti – delle quali 162 sono state accolte. Sono quattro le grandi macroaree su cui si muove la ricerca: tecnologie agroalimentari, tecnologie alpine, trattamenti di cura naturali e tecnologie medicali. l sostegno riguarda attività di ricerca e sviluppo, studi di fattibilità per l’innovazione, diritti di proprietà industriale, sistemi di management, servizi di consulenza, innovazione di processo o dell’organizzazione. «Un piano che punta a mettere in rete la ricerca con l’economia», chiosa il presidente provinciale Arno Komkpatscher. 

C’è poi un bando dedicato alle startup: un milione di euro per quelle ad alto contenuto tecnologico.  Il programma 2016 prevede inoltre il sostegno di progetti trasversali a favore delle imprese insediate nella nuova agenzia per l’economia IDM, vale a dire iniziative di cluster per l’innovazione, transfert tecnologico, consulenza per start up.

Ecco il cronoprogramma dei bandi.