Innovazione

4 luglio 2016Enrico Albertini

Alto Adige, palcoscenico d’autore per la nuova Ferrari GTC4

La casa di Maranello spinge sull’innovazione: fra i monti altoatesini, con la collaborazione di IDM, presentato il primo modello a quattro ruote motrici

Un panorama splendido, cornice perfetta per un’auto innovativa: un gioiello tutto italiano che sceglie – ancora una volta – l’Alto Adige come palcoscenico. Il binomio fra natura e tecnologia, fra Ferrari e Dolomiti altoatesine, colpisce a prima vista. Un “matrimonio” che si rinsalda nel tempo: dopo la collaborazione del 2011, la Ferrari è tornata in Alto Adige. E lo sta facendo, da metà giugno e fino al 12 luglio per svelare il nuovo modello di automobile a 220 giornalisti di tutto il mondo, venuti a provare la nuova Ferrari GTC4 Lusso, l’ultima nata a Maranello, fra le strade altoatesine. Così dalla collaborazione fra IDM Alto Adige e la celebre casa automobilistica italiana è nato un percorso che fa da «test drive» per il nuovo modello, ulteriore passo in avanti innovativo della Ferrari. La gran turismo con quattro ruote motrici, infatti, sfreccia da Brunico a Bressanone, passando per Terento. Spingendosi poi sul massiccio del Sella, fino a passo Erbe, per tornare al punto di partenza.

Ferrari GTC4 Lusso, un passo avanti per il mercato dell'auto

Una macchina elegante e raffinata, sportiva e comoda per chi guida e per chi si lascia trasportare. Un motore da 690 cavalli capace di sviluppare una velocità massima di 335 km/h. Immaginando le esigenze di una famiglia in viaggio, magari proprio fra i monti altoatesini, la Ferrari è stata capace di guardare avanti, innovandosi: la GTC4 Lusso è la prima macchina della casa di Maranello con quattro ruote motrici. Otto esemplari del nuovo modello si stanno alternando sul percorso che si snoda fra i monti dell’Alto Adige. L'auto è spaziosa, pensata per poter trasportare attrezzature sportive come sci e bici. 

Con la Ferrari l’Alto Adige arriva nel mondo

Ed è IDM Alto Adige ad aver pensato al percorso, valorizzato da cartelli ad hoc lungo il tragitto, portando così a termine un’importante collaborazione con la Ferrari. Proprio come quando, nel 2011, venne presentata la FF su di una pista innevata a Plan di Corones. «Vediamo molte sinergie tra i due “prodotti” - afferma il presidente di IDM Thomas Aichner – Ferrari è una casa automobilistica prestigiosa, a cui corrispondono ben precisi valori. Si può dire la stessa cosa dell’Alto Adige, che si propone come destinazione turistica con il territorio più desiderabile in Europa». «Volevamo presentare il nostro nuovo modello in un panorama adatto e in un ambiente che soddisfi le nostre esigenze e che evidenzi il posizionamento dell’automobile. Per questo la scelta è caduta sull’Alto Adige e più esattamente su Plan de Corones e sul mondo delle Dolomiti» gli fa eco Stefano Lai, vicepresidente di Ferrari.

Proprio grazie alla casa fondata dall’ingegner Enzo Ferrari l’Alto Adige punta a farsi ancora più conoscere. «Questa collaborazione con una delle case automobilistiche più conosciute al mondo ha un valore promozionale inestimabile per l’Alto Adige. - commenta il direttore di IDM Hansjörg Prast – I servizi pubblicati dai media invitati hanno un enorme effetto moltiplicatore. A questo poi va aggiunta la comunicazione della stessa Ferrari: la sola comunità online dei fan di Ferrari è di 18 milioni di persone, che con curiosità guarderanno il nuovo modello di Ferrari attraversare lo splendido paesaggio delle Dolomiti. Non potremmo augurarci una maggiore pubblicità turistica».