Innovazione

21 settembre 2016Rebecca Travaglini

Il premio nazionale per l'innovazione all'azienda che misura il grado di digitalizzazione degli Enti pubblici

Dedagroup premiata davanti a Mattarella tra le imprese più significative nel campo dell'Information Technology. Podini: «Il nostro segreto? L'innogration»

Un'attività il cui valore è stato premiato con il riconoscimento IxI - Imprese per Innovazione e con il premio nazionale per l’innovazione “Premio dei Premi”, consegnato al Quirinale alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Stefania Giannini. Dedagroup, azienda del gruppo Podini di Bolzano, è una delle più importanti nel settore italiano dell'Information Technology: ha un fatturato di 230 milioni di euro, può contare su oltre 1.600 collaboratori e si pone come obiettivo quello di allargare le nuove prospettive digitali di aziende, enti pubblici e istituti finanziari. Al suo interno operano 5 business unit in grado di rispondere in maniera efficace alle esigenze dei singoli mercati: Public Sector & Utilities; Fashion, Factory & Retail; Banking, Insurance & Industrial; Business Technology & Data; Wiz.

«Siamo orgogliosi di questo doppio riconoscimento, che va a premiare l’impegno e gli investimenti che hanno caratterizzato il nostro gruppo in questi anni – ha dichiarato Marco Podini, presidente di Dedagroup –. Un successo che premia un modello di business capace di abbinare l’innovazione a una governance solida, in una parola quello che abbiamo definito “innogration”».

Dalla sua nascita, nel 2008, Dedagroup ha registrato una crescita costante e ha internazionalizzato le sue operazioni in Messico, Stati Uniti, Francia e Medio Oriente, arrivando ad avere clienti distribuiti in 40 paesi. Una realtà italiana con uno sguardo sul mondo: la sua storia nasce in Italia, terra d’eccellenza e di creatività, ma il suo futuro è già oltre i confini, per esportare la cultura dell’impresa made in Italy. Si è aggiudicata il “Premio dei Premi” «per il sistema di pianificazione e controllo dei progetti di innovazione, sostenuto da una struttura organizzativa di coordinamento delle attività di sviluppo a livello internazionale».

Dedagroup a servizio della pubblica amministrazione

«È significativo che i premi per l’Innovazione giungano in coincidenza con la conclusione di un processo di profonda trasformazione di Dedagroup – afferma Gianni Camisa, CEO Dedagroup. – Un’evoluzione che ha riguardato sia il nostro modello di business sia quello organizzativo, ma che ci ha anche portati ad adottare con convinzione l’approccio del digital workplace e una ancora più marcata compliance aziendale in ottica di sostenibilità ambientale e conciliazione tra vita professionale e privata».
Fra i prodotti a cui Dedagroup sta lavorando c’è “CA.RE., Indice di Cambiamento Realizzato” delle PA, lo strumento con cui il gruppo sostiene l’evoluzione del sistema paese aiutando le PA a capire quanto sono digitali oggi e a incrementare il proprio livello di digitalizzazione di domani. CA.RE. nasce infatti con l’obiettivo di misurare il grado di evoluzione digitale di un ente ed è articolato su quattro diversi ambiti: Competenze digitali, Servizi digitali, Amministrazioni digitali, Trasparenza digitale.

Oltre a Dedagroup sono state insignite del "Premio dei Premi" anche BTO Spa e Telecom Italia - TIM Spa. Le 3 imprese sono associate ad Assinform, che rappresenta in Confindustria le principali imprese di Information Technology operanti in Italia.